martedì 15 febbraio 2011

...Le coccinelle portano fortuna...

Sarà, ma non ne posso più di fare lo slalom per evitarle sulle piastrelle del pavimento; di controllare che non le stai spiaccicando sul divano prima di sederti, quando finalmente puoi sederti tranquilla sul divano.
Hanno invaso casa, disturbano e non pagano l'affitto.
Le coccinelle sono simpatiche, inteneriscono e non fanno paura (ma il solletico si se ti camminano in testa o sul collo) ed è per questo che a settembre quando sono arrivate la cosa non ha creato preoccupazione.
Il modo in cui sono arrivate un po' si, in realtà.
Hanno scelto un'assolata mattina di autunno, hanno aspettato che la sottoscritta pulisse casa (mica sceme!) e quando poi ha raggiunto la sua postazione relax l'hanno impressionata entrando tutte in massa, non si è capito da dove, e iniziando a volare per raggiungere i vetri delle finestre ed appoggiarsi a prendere il sole stando però ad una temperatura migliore per loro (non sto scherzando è successo proprio così). Inizalmente ho provato a farle accomodare fuori ma vedendo che il processo di migrazione ed invasione non smetteva mi sono arresa.
Poi cosa ci vuoi fare, è prevalsa la comprensione, vogliamo non dare un angolino a queste creaturine raffreddate che non saprebbero affrontare l'inverno?? ok, sono rimaste lì; la sera si sono ritirate nell'angolino della finestra, qualcuna è svolazzata incontro alla lampadina accesa, qualcuna si è addormentata subito.
Va bene, non durerà tanto abbiamo pensato.
Inoltre come non vantarsi che l'invasione autunnale dell'insetto dell'anno per noi era di coccinelle; "uh uh noi abbiamo le coccinelle e non le cimici" era la frase detta ad altri meno "fortunati" di noi.
Magari c'è stato qualche problemino ad aprire la porta d'ingresso senza che qualche insettino non cadesse addosso alla persona di turno...
I giorni passano, il freddo si intensifica e qualche morto c'è (senza contare le sfortunate vittime della distrazione). Ma ecco che le sopravvissute ci prendono gusto e ne chiamano altre.
La cosa non finisce qui, aumentano e ti prendono pure in giro. Anche se il loro posto preferito è il mio angolo di divano, te le ritrovi in bagno che ti spiano mentre fai la doccia, in cucina che svolazzano attorno alla lampadina mentre ceni, creando "divertentissimi" effetti di ombre psichedeliche che ti innervosiscono in...3! secondi; vogliono anche provare cosa bevi, tuffandosi nel bicchiere, o cosa mangi, tuffandosi nell'insalata (tranquilli è stata tolta in tempo). C'è anche quella che si offre di lavare i piatti al tuo posto e si fa trovare nel lavandino, forse per ricambiare il disturbo; sono avanti loro, magari vogliono fare uno scambio inter culturale tipo vitto-e-alloggio-in-cambio-dei-mestieri e sono io a non capire.
Essendo aumentate di numero ed il loro giochetto preferito rimane svolazzare intorno all'abaut-jour accesa la sera e fare free climbing sul divano, ti cascano addosso ogni 3 secondi e fanno casino, probabilmente protestando per cosa tocca loro vedere televisione!
La pazienza inizia seriamente a diminuire e a niente è servito il tentativo di terrorizzarle acquistando Mordilla, la mia piantina carnivora che mi aiuterà tantissimo quest'estate con le zanzare (questa almeno è la mia speranza, al momento è un pochino deperita e non mangia molto, che sia anche lei vegetariana??).
Niente, 'sti coleotteri con la varicella la ignorano e basta, giocano con il vaso di amarillys e a nascondino infilandosi nei buchi della tripla (anche qui chiedi il permesso prima di infilare la spina).
A questo punto ormai siamo a febbraio, lascio loro il comodato d'uso ancora per un po' poi verranno sfrattate nel giardino e saranno obbligate ai lavori forzati di lotta biologica contro afidi o parassiti vari! (scherzo ovviamente prima di venire denunciata da animalisti un po' troppo sensibili che potrebbero leggere, dopotutto non sono stata cattiva fino ad ora; sarebbe gradito un aiuto in giardino da parte loro (le coccinelle, non gli animalisti).
Ahh se becco la bambina della Ferrero che ogni mattina libera la coccinella le faccio invadere la stanza, poi vediamo se è ancora così felice...


Si, ecco, dovevo sfogarmi...
Un muggito e un saluto,
Silvia & Olivia.

Nessun commento:

Posta un commento