lunedì 4 giugno 2012

Tempo per fare

Come al solito è passato tanto tempo dall'ultimo post. Il primo pensiero va tutto all'Emilia-Romagna per quello che sta passando. Ogni parola mi sembrava sprecata e ovvia da scrivere ed ho preferito il silenzio. A distanza di due settimane la situazione non migliora e non posso  neanche immaginare il disagio che stanno vivendo. Un abbraccio a loro.
Io ci sono ancora ma con ritmi diversi. Per fortuna mi sto prendendo tempo per me, per riguardarmi, non affaticarmi e vivere al meglio questo periodo. Nonostante i miei spostamenti siano ridotti al necessario sono riuscita ad essere coinvolta in un incidente dove l'unica a rimetterci è stata la macchina e a parte il disagio che comporta e i problemi da risolvere successivamente non mi posso proprio lamentare!
Nel tempo trascorso a casa la cucina è stata lasciata nelle mani di Olivia per fare piatti semplici e anche se gustosi non si diletta molto nella presentazione, riducendo anche la preparazione di dolci. Non la si può contraddire troppo...




Di solito si sfrutta il rinfresco della pasta madre facendo dei panini dolci per la colazione o il dopo-pasto del marito e del collega al lavoro.
La copertina che stavo provando a fare ad uncinetto prosegue ma ne manca ancora un po'. 
Le mie giornate passano in compagnia di Mousse che migliora nel saltare addosso, ci fa preoccupare mangiando poco (ma non stando ferma un attimo deduciamo che stia bene comunque) e facendo qualche capriccio ultimamente per venire in giardino di notte tanto che ormai me la trovo ad aspettarmi fuori dalla finestra quando apro le ante la mattina.
Il carattere non le manca!



L'ammirazione per i lavori fatti a mano ce l'ho sempre avuta e la soddisfazione di fare qualcosa da me anche se non è perfetta è tanta. Non sempre è detto che ci sia un reale risparmio ma la sicurezza del materiale, l'unicità del prodotto e il valore in affetto che prende valgono anche l'impegno e qualche soldo speso. 
E' così che Rudy è finito su un lenzuolino e mi sono cimentata con decori su tessuto usando uno stancil, della pittura per tessuti e un tampone.



Al grido di 'paint my life' mi sono lanciata e per essere la prima volta poteva andare peggio!
Ci sono avviati altri progettini che spero escano come dovrebbero e appena li finisco ci saranno aggiornamenti. Vanno un po' a rilento perché per cucire devo andare in trasferta da mia mamma ma può essere che arrivi in prestito la macchina da cucire della suocera.
In tal caso ci sarà comunque da ridere perché normalmente so fare il minimo indispensabile con quella che ho avuto sempre sotto gli occhi figuriamoci con una diversa!!!
Per il momento un muggito e un saluto,
Silvia e Olivia.



2 commenti:

  1. Un saluto a te carissima, mi fa piacere leggerti.... e scoprire che ti stai divertendo in esperimenti vari... adoro tutto quello che è fatto a mano, ho sempre creato tantissimo. Bambole, dipinti, acquarelli, china, vasi... ecc. Negli ultimi anni la mia passione è la cucina, la mia arte la metto tutta qui.
    Sono curiosa di vedere i tuoi lavoretti!!!!!
    Mi unisco a te nell'abbraccio all'Emilia

    RispondiElimina
  2. La mia manualità deve migliorare molto ma per il momento mi accontento.
    Appena finisco li metto!
    Buona giornata.

    RispondiElimina