giovedì 29 settembre 2011

Grigliata d'autunno

Qua si è atipici e se pur attrezzati con l'indispensabile in tutta l'estate non si è mai grigliato niente. Troppo caldo, oggi piove, troppo stanchi, troppo. 
Ma come ti festeggio un compleanno in una domenica d'autunno per niente convinto? 
Massì una bella grigliatina -per me vegetariana grazie- poteva essere l'idea.


Basta organizzarsi perché se quando si è incominciato la luce c'era mentre si mangiava e si finiva di grigliare è servito un faro puntato addosso! 

E se la grigliata sarebbe stata di sera il dolce sarebbe stato perfetto come merenda di pomeriggio insieme al regalo.


Nella decisione su che dolcetto fare sono stati presi in considerazione diversi parametri come il tempo a disposizione per prepararlo, i gusti di tutte le boccucce, la pesantezza (dato che dopo ci sarebbe stata la cena) e la novità della preparazione. Ormai la mia amica è rassegnata al fatto che la maggior parte delle cose che le faccio mangiare sono cose che preparo per la prima volta e testo così non solo la riuscita della ricetta in se ma anche quanto può piacere a "cavie" non di parte. Lei tanto mi perdona.
Sta volta però avrei voluto fare qualcosa che conoscevo ma che lei non aveva mai assaggiato. Giusto per andare sul sicuro ho pensato alla torta di mele con cui sono cresciuta; mangiata e rimangiata ma anche fatta e rifatta.
La ricetta è stata data da una vicina a mia mamma non so in che anno, so solo che da quando ho memoria per qualsiasi ricorrenza o evento, mia mamma la proponeva. Per fortuna era buona! E per fortuna c'era la nonna che ne faceva altre!
Comunque poi negli anni la ricetta ha subito anche modifiche di prova fino a quando non ho trovato la combinazione che mi convinceva di più e mi sono fermata.

Ingredienti:
  • 2 uova codice 0;
  • 3 mele sbucciate e tagliate a pezzetti;
  • 80 g di burro;
  • 200 g di farina;
  • 150 g di zucchero di canna;
  • 2 cucchiai abbondanti di yogurt bianco intero;
  • mezzo bicchiere di brandy;
  • 1 pugno di uvetta sultanina;
  • 1 bustina di lievito;
  • vaniglia in polvere;
Separare gli albumi dai tuorli e montarli a neve ben ferma poi conservarli in frigo. Mettere a bagno l'uvetta in acqua.
Montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso ed aggiungere a filo il burro fuso ma tiepido. Quando il composto è omogeneo aggiungere un po' alla volta metà farina, lo yogurt e la restante farina. Aggiungere il brandy e mescolare. Unire gli albumi montati, una punta di cucchiaino di vaniglia in polvere (se proprio proprio non l'avete usare la vanillina) e la bustina di lievito. A questo punto se si stava usando un mixer mescolare a mano per aggiungere le mele e l'uvetta strizzata, se già lo si stava facendo a mano continuare.
Versare il composto in una teglia imburrata e infarinata e infornare a 200 °C per 35 minuti. Controllare a metà cottura, se è già bella colorata coprire con un foglio di alluminio e continuare. Fare la solita prova stuzzicadenti che non deve appiccicare ma può essere tranquillamente umido per l'alta concentrazione di mele.
Lasciarla raffreddare per toglierla dalla teglia e volendo spolverizzare di zucchero a velo.



A me non ha deluso neanche stavolta ma sono troppo di parte, alla mia amica è piaciuta e sua mamma mi ha chiesto la ricetta per rifarla a colazione. Tra l'altro ho saputo che le torte di mele sono le preferite del suo ragazzo, altra boccuccia presente.
Insomma siamo soddisfatte.
Un muggito e un saluto,
Silvia e Olivia.
...to be continued...



1 commento: