lunedì 11 luglio 2011

Se la pesca saturnina finisce nel freezer

Ci sono ancora e non sono nemmeno in vacanza.
E' solo che con questo caldo arrivo la sera che sono sciolta e dal momento che le piantine hanno sete bisogna dedicare loro ulteriore tempo da sottrarre al resto, così anche quando cucino qualcosa di "postabile" non ho il tempo e la forza di mettermi a fotografarlo prima di mangiarlo.
Altre volte cucino banalità che non mi sento di esibire o semplicemente provo ricette di altri blog.
Stavolta complice la curiosità di provare anche io, la semplicità della ricetta e la merenda fresca assicurata mi sono lanciata a fare anche io il gelato di frutta.


BUONO, anche perché partivo da pesche buone, ma non mi è sembrato così di immediata esecuzione come trovavo scritto da altre. Ci è voluta un po' di pazienza per fare frullare la frutta ghiacciata se pur a pezzetti!
Passiamo ai fatti, Ingredienti per due tazzine:
  • 5 pesche saturnine ma anche altra frutta a piacere;
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna;
  • latte q.b.;
  • sciroppo d'acero (facoltativo);
Per prima cosa ho spellato le pesche e le ho tagliate a pezzetti, ho aggiunto il cucchiaio di zucchero di canna e mescolato per farlo sciogliere. Mettere il tutto in freezer per il tempo necessario a congelare la frutta. Avevo letto di usare lo zucchero a velo per dargli modo di sciogliersi completamente mentre si frulla la frutta ma non mi andava né di usare lo zucchero bianco né di prepararlo, tra l'altro io avrei fatto anche a meno di metterlo, lo zucchero, ma l'altra boccuccia ne avrebbe sicuramente risentito così ho optato per quello di canna e l'ho messo insieme alla frutta per farlo sciogliere bene.
Togliere la frutta congelata e romperla a pezzettini perché si sarà formato tutto un blocco unico, metterla in un frullatore che può frullare anche il ghiaccio aggiungendo un goccio di latte per aiutare a frullare e un goccio di sciroppo d'acero. Quando diventa cremoso smettere altrimenti si scioglie troppo.


Siamo stati soddisfatti dalla merenda naturale e  rinfrescante per una domenica pomeriggio afosa e assolata.
Alla fine non era troppo dolce neanche per me e si sentiva chiaramente il sapore della peschina ovale scelta come ingrediente.
Mentre scrivo è ricominciata una settimana di sole, aiuto devo congelare altra frutta!
Un muggito e un saluto,
Silvia & Olivia.

3 commenti:

  1. Ciao! capito qui per caso e ti faccio i complimenti: molto bello il tuo blog! Come questo gelato, del resto... io avevo provato il sorbetto di pesche e mi era piaciuto molto. La tua versione "gelata" con lo sciroppo d'acero è davvero interessante :) a presto

    RispondiElimina
  2. Ciao, buon passaggio allora, facio un salto da te per "conoscerti meglio". Grazie per la visita.

    RispondiElimina
  3. Le pesche le adoro, di solito le stermino fresche!eheh...ma devo proprio provare il sorbetto!

    RispondiElimina