martedì 21 giugno 2011

Semplicemente bignè

Sono da sempre stata golosissima di crema pasticcera, anche di altro a dire il vero ma la crema pasticcera mi ha sempre regalato un minuto di piacevolezza. Forse perché era uno di quei dolci che non mi erano sempre disponibili, sarà che, per quanto non sia per niente difficile farla anche buona, mia mamma non si era mai messa a sperimentare, magari perché pur prendendo dolci in pasticceria non ce n'è mai in grande quantità e ti ritrovi a mangiare un contorno di qualcosa perché vuoi il ripieno. Insomma ho trovato il dolce che ne contenesse di più e l'ho eletto a pasticcino preferito; subito dopo viene il cannoncino.
Non mi fregavano però con simil creme da bustina perché mi hanno sempre deluso, doveva essere La crema pasticcera.
Ora io magari ne faccio una banalissima ma devo dire che non mi dispiace, naturalmente le materie prime devono essere di prima qualità, quindi vaniglia in bacche e niente vanillina, ovetti biologici se non da galline conosciute e idem per il latte. Oltretutto proverò anche le mille ricette con alternative vegane, sia mai che si sostituiscano alla mia adorata crema. Trovata la crema homemade rimaneva di farci l'involucro adatto.
I bignè, così gonfi e vuoti, mi sono sempre sembrati difficili da fare, pensavo ad un procedimento lento e con una lievitazione alquanto delicata. Mi sono dovuta ricredere! Sembrano anche una stupidata, più veloci di altre preparazioni.

La foto come al solito non rende al massimo ma sono talmente facili da fare che si possono provare a fare per credermi.
Ingredienti per circa 16 bignè:
  • 50 g di burro;
  • 75 g di farina;
  • 2 uova;
  • un cucchiaino di lievito;
  • sale;
In una pentola mettere 130 ml di acqua, il burro e un pizzico di sale. Mettere sul fuoco e appena inizia a bollire spegnere e versare la farina tutta in una volta, meglio se setacciata.
 Mescolare a lungo con un cucchiaio di legno per amalgamare ed ottenere una palla compatta che si stacca dai bordi.
Lasciarla intiepidire e aggiungere un uovo alla volta amalgamandolo bene prima di inserire il secondo. Controllare la consistenza che non deve essere troppo molle.
Incorporare anche il lievito e mescolare con il mestolo o una spatola sollevando l'impasto per farlo aerare.
Ricoprire una placca da forno con un foglio di carta da forno (appunto) e distribuire la pasta a mucchietti ben distanti tra loro. I mucchietti non troppo grossi, io uso il cucchiaino, bisogna aver fede e loro cresceranno (le prime volte per paura facevo le palline troppo grosse e venivano bignè enormi, buoni ma che rischiavano di collassare perché non reggevano). Cuocere a forno caldo per 30 minuti a 200 °C.
Non aprire mai il forno durante la cottura, sono timidi!

Già che ci sono metto anche la banale ricetta della crema che uso io ma ogni variante andrà bene lo stesso.
Ingredienti:
  • 500 ml di latte;
  • 4 tuorli;
  • 150 g di zucchero;
  • 40 g di farina (anche di riso volendo se si hanno problemi col glutine);
  • vaniglia in bacche;
  • la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato;
Far bollire il latte con la scorza di limone e la bacca di vaniglia. Nel frattempo montare i tuorli con lo zucchero. Aggiungere poco alla volta la farina setacciata mescolando bene per non formare grumi e versare il latte caldo, filtrato per togliere scorza e vaniglia, a filo. Mescolare dal basso verso l'alto continuamente. Fare raffreddare in una terrina.
Per riempire i bignè ho usato una siringa per decorazioni con il beccuccio stretto e lungo per fare il buchino più piccolo possibile.

Un muggito e un saluto,
Silvia & Olivia.

2 commenti:

  1. Verissimo, di crema pasticcera ce n'è sempre troppo poca e ti ritrovi a mangiare cose che non ti piacciono pur di aggiudicartene un assaggio... meno male che ci hai fornito una ricetta per ottenerne una dose massiccia!

    RispondiElimina
  2. Questi bignè si riempiono molto e al primo morso cola la crema, una libidine!

    RispondiElimina